Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Finalmente ci siamo, ho aspettato tanto per questa sera. Voglio iniziare con una piccola preghiera. Caro Dio, noi vogliamo provocare la tolleranza e promuovere la gioia sulla terra, sei d'accordo Firenze?".

Così, parlando dal palco del Mandela forum di Firenze ad oltre ottomila fan (tutto esaurito), accompagnato solo dal suono dell'organo, Mika ha aperto ieri sera la sua data fiorentina.

Lo spettacolo fiorentino era stato preceduto ad agosto dal caso dell'insulto omofobo al cantante apparso su uno dei manifesti pubblicitari del concerto a Firenze. Lo stesso Mika, su instagram, aveva postato la foto del manifesto "incriminato" per denunciare l'episodio, accompagnandola dall'hashtag #rompiamoilsilenzio.

Erano seguite manifestazioni di solidarietà, tra cui quella del ministro italiano per le Riforme Maria Elena Boschi, che sembrava potesse anche essere tra il pubblico del Mandela forum ma è rimasta a Roma al Senato per la discussione sulla riforma costituzionale. Presente invece al concerto il sindaco di Firenze Dario Nardella che aveva condannato la scritta omofoba e fatto rimuovere il manifesto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS