Navigation

Musica: rubato abito sposa Amy Winehouse

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 novembre 2012 - 21:46
(Keystone-ATS)

È stato rubato l'abito da sposa di Amy Winehouse, trafugato dalla casa dove viveva la cantante morta oltre un anno fa, insieme con un altro vestito, entrambi destinati ad un'asta di beneficienza. Lo ha riferito alla Reuters la fondazione che porta il nome dell'artista scomparsa, gestita dai suoi familiari.

Entrambi i vestiti sono scomparsi da un armadio nella casa di Camden, nel nord di Londra, dove erano stati riposti insieme con altri oggetti ed effetti personali dell'artista dopo essere stati catalogati. I sospetti ricadono quindi su qualcuno che ha accesso all'abitazione. La famiglia si è detta "disgustata" dal gesto e ha sporto denuncia alla polizia.

L'abito da sposa era proprio quello indossato da Amy Winehouse per il matrimonio nel 2007 con Blake Fielder-Civil, il suo grande amore, ma sofferto e burrascoso tanto da indurre molti a pensare che da quel rapporto siano nati i problemi di dipendenza da droghe e alcol che hanno segnato gli ultimi anni della vita di Amy. La cantante è morta il 23 luglio del 2011 nella sua casa Londinese per avvelenamento da alcol.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo