Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il musicista renano David Klein è stato condannato dal ministero pubblico di Basilea Città per violazione della norma penale contro il razzismo. Lo scorso anno egli aveva paragonati i musulmani ai nazisti.

La notizia della condanna, di cui ha riferito oggi la "NZZ am Sonntag", è stata confermata da un portavoce della procura, che non ha però indicato la pena inflitta a Klein. Il Codice penale prevede una pena detentiva fino a tre anni o una pena pecuniaria. La condanna non è ancora passata in giudicato, dato che l'artista ha ha subito interposto ricorso al Tribunale penale di Basilea.

Contro Klein era stato aperto un procedimento dopo che all'inizio dell'anno scorso aveva scritto sul suo profilo Facebook frasi sprezzanti nei confronti dei musulmani, definendoli tra l'altro "i nazisti di oggi". In seguito il musicista si era scusato per le sue dichiarazioni.

Prima di finire nel mirino della giustizia Klein aveva a sua volta denunciato il cabarettista italosvizzero Massimo Rocchi per violazione della norma contro il razzismo in relazione a dichiarazioni sull'umorismo degli ebrei fatte durante una trasmissione della televisione svizzerotedesca SRF. Stando alla "NZZ am Sonntag" il procedimento contro Rocchi non è ancora concluso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS