Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nanni Moretti ha presentato alla stampa a Roma il suo ultimo film, 'Mia madrè, che arriverà nelle sale il prossimo 16 aprile in oltre 400 copie.

Probabilmente si tratta del suo lavoro più autobiografico, nel quale il regista e attore romano racconta gli ultimi momenti di vita di una donna, assistita dai due figli che si alternano al suo capezzale e devono accettare l'ineluttabilità dell'evento.

Nanni Moretti ha ritagliato per sè un ruolo da comprimario, quello del figlio, mentre ha assegnato la parte principale della sorella a Margherita Buy. Quest'ultima è la sua vera alter ego: è una regista, ha tutte le manie e i tic tipici del cineasta romano e confessa a più riprese le sue debolezze e i suoi difetti.

"Ho fatto questo film perchè volevo raccontare un passaggio importante della mia vita - spiega Nanni Moretti durante la conferenza stampa - la morte della madre è un avvenimento importante nella vita di un uomo. A me è accaduto durante il montaggio di 'Habemus Papam'".

La pellicola, costata 7 milioni e prodotta dallo stesso Moretti insieme alla Fandango e a Rai Cinema, è interpretata anche da John Turturro. L'attore americano è il protagonista del film che sta girando Margherita Buy, una pellicola sulla lotta in fabbrica e la perdita del lavoro.

Nanni Moretti ha deciso di non interpretare personalmente il ruolo principale perchè, come spiega, "fin dall'inizio ho pensato che dovessi affidare quella parte a una donna e non mi ha mai sfiorato l'idea di essere io il protagonista. Inoltre - aggiunge - mi piaceva che le caratteristiche che di solito contraddistinguono un uomo fossero di un personaggio femminile: parlo del senso di inadeguatezza e del lavoro da regista". Margherita Buy si è calata in quella parte con grande piacere e, confessa "ho adorato sgridare gli attori e poter gridare: 'ciak, azionè".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS