Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il sultano del Brunei Hassanal Bolkiah ha "vietato" il Natale nel suo piccolo Stato. Non è permesso alcun tipo di festeggiamento in pubblico, perfino l'invio degli auguri. Per i trasgressori è prevista una condanna fino a cinque anni di carcere.

La misura drastica dello Stato - situato sull'isola del Borneo, nel sud-est asiatico - è stata giustificata dal governo come misura per non danneggiare i fedeli musulmani nel Paese a maggioranza islamica. Secondo i media britannici, il bando era stato introdotto per la prima volta nel 2014 ma è stato rinnovato quest'anno con ancora più forza dopo l'appello lanciato da un gruppo di imam.

I funzionari del ministero per gli Affari religiosi sarebbero già entrati in azione per farlo rispettare: controllano i negozi per assicurarsi che non ci siano esposte decorazioni natalizie come i capelli di Babbo Natale o gli striscioni con gli auguri. I cristiani possono celebrare la loro festività ma devono farlo in privato e solo dopo aver avvertito le autorità.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS