Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Tribunale d'appello di Basilea Città ha dichiarato nulli i titoli di partecipazione nella compagnia di assicurazione Nationale Suisse non detenuti dall'assicuratore sangallese Helvetia.

Tutte le azioni nominative di Nazionale Suisse verranno quindi "dequotate" il prossimo 7 aprile. L'ultimo giorno di negoziazione delle azioni è stato fissato al 2 aprile, si legge in una nota odierna.

Nel quadro dell'offerta pubblica di acquisto e di scambio su tutte le azioni di Nationale Suisse, Helvetia aveva presentato ricorso in novembre per ottenere l'annullamento dei restanti titoli di partecipazione della società. Ora il Tribunale d'appello di Basilea Città ha deciso di dichiarare nulli, in virtù della legge sulle borse, tutti i titoli di partecipazione a Nationale Suisse non detenuti direttamente o indirettamente da Helvetia.

Helvetia indennizzerà i detentori delle azioni annullate secondo il prezzo previsto dall'offerta pubblica di acquisto e di scambio, ossia versando 52 franchi in contanti e 0,0680 azioni nominative di Helvetia per ogni azione di Nationale Suisse, precisa il comunicato. Le azioni di Helvetia assegnate daranno diritto a dividendi per l'esercizio 2014.

L'assicuratore sangallese è diventato in Svizzera il numero tre del settore in seguito all'acquisizione di Nationale Suisse. Nel 2014, Helvetia ha incrementato il suo utile netto dell'8,1% portandolo a 393 milioni di franchi.

Nel quadro dell'integrazione di Nationale Suisse, il lancio di una rete allargata di agenzie in Svizzera a marchio Helvetia è previsto per il primo maggio. Seguiranno il mercato tedesco, spagnolo e italiano a partire dalla metà dell'esercizio in corso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS