Navigation

Nato: vertice; Obama, non abbandoneremo Afghanistan dopo 2014

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 novembre 2010 - 13:07
(Keystone-ATS)

LISBONA - Anche quando si sarà conclusa la transizione, con il passaggio delle responsabilità militari alle autorità afghane, il paese "non sarà abbandonato a sè stesso", chiarisce oggi il presidente americano Barak Obama in un intervento pubblicato, a poche ore dall'apertura del vertice Nato di Lisbona, dal quotidiano portoghese "Publico".
Al summit, ha confermato Obama, "armonizzeremo il nostro approccio in modo da poter lanciare il periodo di transizione che deve portare gli afghani a prendere all'inizio dell'anno prossimo la responsabilità della loro sicurezza" e "adottare l'obiettivo del presidente Hamid Karzai, per la fine del 2014".
Il capo dello stato afghano, giunto ieri a Lisbona, e che incontrerà Obama domani mattina, ha chiesto che il processo di transizione sia concluso per il 2014.
La Nato e gli Usa, ha aggiunto Obama, costruiranno con l'Afghanistan "un partenariato durevole" perché "sia chiaro che quando gli afghani prenderanno in mano le operazioni, non saranno abbandonati a loro stessi".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?