Tutte le notizie in breve

Respingere il 12 febbraio il Decreto federale sulla naturalizzazione agevolata degli stranieri di terza generazione sarebbe rinnegare i nostri amici. Lo hanno affermato le sezioni giovanili di tutti i partiti svizzeri, ad eccezione dell'UDC.

Le persone potenzialmente interessate dalla naturalizzazione facilitata sono i nostri compagni di scuola, di studio, di lavoro e dei club sportivi, ha sostenuto il copresidente dei Giovani Verdi Pascal Vuichard. "Sono stranieri solo sulla carta", ha aggiunto il vicepresidente dei Giovani liberali-radicali Michele Barone.

I giovani politici hanno anche tenuto a ricordare che la riforma non prevede una concessione automatica del passaporto svizzero. Le condizioni per la concessione della cittadinanza elvetica rimangono severe ma per i giovani stranieri della terza generazione gli ostacoli burocratici sarebbero ridotti. La presidente della Gioventù socialista Tamara Funiciello non ha del resto esitato a parlare di "microscopico passo in avanti".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve