Navigation

Navalny 'avvelenato', è in pericolo di morte

Alexei Navalny si trova in coma nell'ospedale per le emergenze no.1 di Omsk. Keystone/EPA/MAXIM KARLAYEV sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 agosto 2020 - 21:32
(Keystone-ATS)

Alexei Navalny lotta per la propria vita. Il principale oppositore di Vladimir Putin si trova in coma, in terapia intensiva, per un sospetto avvelenamento. Il suo entourage sta cercando di farlo trasferire all'ospedale Charité di Berlino.

Il leader dell'opposizione russa si è sentito male in aereo ed è stato necessario un atterraggio d'emergenza. Il volo è atterrato a Omsk, nel sud-ovest della Siberia, ha twittato Kira Yarmysh, portavoce della Fondazione anti-corruzione fondata da Navalny nel 2011. Navalny stava rientrando a Mosca da Tomsk.

"Sospettiamo che Alexei sia stato avvelenato con qualcosa mischiato nel tè. È l'unica cosa che ha bevuto da questa mattina. I medici dicono che con i liquidi caldi le sostanze tossiche vengono assorbite più velocemente", ha cinguettato la Yarmysh.

I medici "stanno lottando per salvargli la vita", ha detto, in immagini diffuse sui social da Yarmysh, il vicedirettore dell'Emergency Hospital no.1 di Omsk, Anatoly Kalinichenko.

Dopo essere arrivata in ospedale ma non essere stata autorizzata a vedere il marito, la moglie Yulia nel frattempo ha potuto visitarlo, ha reso noto il ministero della sanità della regione di Omsk.

"Abbiamo organizzato una visita su sua richiesta nell'osservanza di tutte le necessarie norme di sicurezza sanitaria. Le condizioni (di Alexei Navalny) sono stabili, è in coma ed è ventilato", ha riferito il servizio stampa delle autorità sanitarie, come riporta Interfax.

I medici di Omsk hanno consultato due centri federali specializzati in tossicologia e rianimazione, che hanno concordato con i trattamenti adottati, è stato aggiunto.

In serata Jaka Bizilj, presidente della fondazione tedesca Cinema for Peace, ha fatto sapere di star cercando di far trasferire Navalny all'ospedale Charité di Berlino, dove la direzione è disposta a prenderlo in cura. Un aereo medicalizzato decollerà a mezzanotte dalla Germania verso la Russia, ha indicato aggiungendo di sperare di ottenere il via libera delle varie autorità "nel corso della serata".

Nel 2018 Bizilj aveva già condotto un'operazione simile, facendo trasferire alla Charité l'attivista del gruppo punk russo di protesta Pussy Riot Pjotr Versilov, trattato per sintomi di avvelenamento.

Da parte sua la cancelliera tedesca Angela Merkel ha affermato che "siamo pronti a fornire ad Alexei Navalny e alla sua famiglia tutta l'assistenza di cui possano aver bisogno in materia di salute, asilo e protezione".

La Merkel ha poi chiesto a Mosca di chiarire quanto prima cosa sia successo all'oppositore russo. "È molto, molto importante ora chiarire urgentemente come si sia verificata questa situazione. Insisteremo su questo", ha sottolineato, dopo un incontro con Emmanuel Macron.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.