Navigation

Navalny: medico, "nessun veleno" rilevato nel sangue

Nessun veleno è stato rilevato nel sangue di Alexei Navalny, il blogger ed oppositore russo ricoverato in coma ad Omsk (Siberia). KEYSTONE/AP/Elena Ignatyeva sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 agosto 2020 - 11:07
(Keystone-ATS)

"Nessun veleno" è stato rilevato nel sangue di Alexei Navalny, il blogger ed oppositore russo ricoverato in coma ad Omsk (Siberia), che secondo i suoi sostenitori sarebbe stato avvelenato.

Lo afferma Anatoly Kalinichenko, vicedirettore dell'ospedale, citato dai media internazionali. Il medico ha detto che i sanitari hanno già un quadro diagnostico completo su Navalny, ma che non possono ancora divulgarlo.

I test e le consultazioni con i colleghi di Mosca non indicano che Navalny sia stato avvelenato, ha dichiarato alla stampa il vice primario dell'ospedale n. 1 di Omsk, Anatoly Kalinichenko.

"La diagnosi di avvelenamento rimane nella parte posteriore della nostra mente, ma non pensiamo che il paziente sia stato avvelenato", ha detto Kalinichenko.

I medici di Omsk, ha detto Kalinichenko, sono arrivati a una diagnosi con l'aiuto dei colleghi di Mosca ma non sono in grado di rivelarla. "Abbiamo una diagnosi completa. Purtroppo non posso condividerla con la stampa, ma è stata comunicata alla moglie e al fratello di Navalny", ha detto Kalinichenko.

Il paziente non sarebbe in grado di affrontare un trasporto.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.