Navigation

Navalny: Mosca, nulla da nascondere, aspettiamo fatti

Il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov (in un'immagine del 2 settembre) si è detto "scettico" sull'interpretazione occidentale dei fatti attorno al malore dell'attivista russo dell'opposizione Alexei Navalny. KEYSTONE/AP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 settembre 2020 - 16:34
(Keystone-ATS)

La Russia "non ha nulla da nascondere" riguardo al malore dell'attivista russo dell'opposizione Alexei Navalny. Lo ha detto il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov.

"Ricordo ancora una volta che, non appena Navalny si è sentito male a bordo di quell'aereo, sono state prese misure immediate per farlo atterrare, un'ambulanza era in allerta all'aeroporto, e lo ha portato immediatamente all'ospedale, dove è stato attaccato a un respiratore e sono state prese tutte le misure necessarie", ha detto Lavrov in una conferenza stampa a Mosca.

Lavrov si è detto al contrario "scettico" sulle ricostruzioni occidentali dell'incidente e sostiene di voler aspettare "i fatti" .

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.