Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il leader dell'opposizione russa Alexei Navalny (foto d'archivio)

KEYSTONE/EPA/MAXIM SHIPENKOV

(sda-ats)

Alexei Navalny, al momento in arresto amministrativo, ha chiesto ai suoi sostenitori di manifestare il prossimo sabato in 80 città russe contro il Cremlino. "Ho passato in prigione 1 giorno su 5 della campagna elettorale", ha scritto Navalny sul suo sito.

"Hanno capito che possiamo vincere", ha aggiunto. "Il consenso di Putin non vale una rapa, è alto perché non c'è concorrenza politica: è ora che il re delle rape vada in pensione". Sabato, sottolinea RBK, è il compleanno di Vladimir Putin.

Secondo Navalny, infatti, non ha senso prendere per buono il consenso stellare di Putin in assenza di alternative. "È come chiedere com'è la rapa a chi mangia solo rape: noi invece vogliamo offrire qualcosa di più buono", ha scritto.

L'obiettivo della manifestazione di sabato - alla quale il blogger e oppositore non parteciperà perché si trova in prigione - è quello di pretendere un sistema politico aperto e, in particolare, la possibilità per Navalny di prendere parte alle presidenziali di marzo 2018. Navalny ha inoltre chiesto che vi sia la possibilità di poter candidarsi per chi raccoglie "almeno 300 mila firme".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS