Navigation

Nazionale, dati UST confermano balzo Verdi, quarto partito con 13%

L'onda verde era attesa, ma non in queste proporzioni. KEYSTONE/PETER SCHNEIDER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 ottobre 2019 - 08:35
(Keystone-ATS)

I dati pubblicati dall'Ufficio federale di statistica (UST) confermano la storica avanzata dei Verdi in Consiglio nazionale: il partito di Regula Rytz ottiene il 13,2% dei voti, salendo di 6,1 punti rispetto al 2015 e diventando la quarta forza politica del paese.

La crescita realizzata dagli ecologisti è la più forte da quella ottenuta nel 1999 dall'UDC (+7,6% al 22,5%). Nelle elezioni di ieri i democentristi si sono confermati primi con il 25,6% delle preferenze, subendo però un calo di 3,8 punti. Il PS mantiene la sua seconda posizione, ma perde 2,0 punti e scende al 16,8% dei voti. Terza formazione è il PLR, con il 15,1% (-1,3 punti).

Pur perdendo sostanzialmente poco (-0,2 punti all'11,4%) il PPD scivola al quinto rango, superato dai Verdi. In sesta posizione si trovano i Verdi liberali con il 7,8% delle preferenze (+3,2 punti). Arretra per contro al settimo posto il PBD (2,4%, -1,7 punti).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.