Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lottare contro il sequestro di persone scomode da parte di governi in varie parti del pianeta. È questo l'obiettivo della Convenzione per la protezione di tutte le persone dalla sparizione forzata, accolta oggi dal Consiglio nazionale con 128 voti a 45 e 3 astensioni.

L'UDC è l'unico partito espressosi contro la ratifica del documento. Il dossier va agli Stati.

La Convenzione - siglata da 90 Paesi e ratificata da 45 - impegna gli Stati a chiarire i casi e portare i responsabili davanti alla giustizia. La sua adozione implica l'inserimento nel Codice penale di un nuovo articolo, che considera la sparizione forzata un delitto. Chiunque commetterà questo crimine all'estero e verrà arrestato in Svizzera rischierà una pena fino a 20 anni di carcere.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS