Navigation

Nazionale vuole rafforzare ruolo presidente Confederazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 marzo 2012 - 17:03
(Keystone-ATS)

Il ruolo della presidenza della Confederazione e della Cancelleria federale dovrebbe essere rafforzato. Lo ha deciso oggi il Nazionale adottando le misure per migliorare la coesione in seno al governo, messa a dura prova dalle vicende Tinner, UBS e Libia.

Il progetto è stato accolto con 108 voti contro 56. Solo l'UDC e i Verdi liberali si sono opposti alla creazione di un servizio diretto dalla Cancelleria, incaricato di assistere il presidente della Confederazione per quanto riguarda le relazioni con l'estero, la comunicazione e il protocollo.

Il Nazionale ha precisato che il presidente deve coordinare i casi importanti che coinvolgono diversi dipartimenti o di particolare importanza per il paese. Potrà inoltre incaricare uno dei ministri di presentare un progetto entro un certo lasso di tempo.

La comunicazione in seno al governo dovrà essere migliorata. Ogni ministro dovrà informare regolarmente i colleghi dei casi in corso e dei relativi problemi che suscitano. Il Consiglio federale potrà esigere spiegazioni da uno dei suoi membri e gli elementi essenziali dei negoziati e delle decisioni dovranno essere integralmente depositati.

Ogni consigliere federale dovrà adottare disposizioni affinché il suo supplente possa immediatamente riprendere le redini del dipartimento in caso di imprevisti. Le delegazioni del governo, composte di tre ministri, dovranno tenere informati i colleghi regolarmente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?