Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio di Stato neocastellano ha presentato oggi un piano di risanamento volto a migliorare la situazione delle finanze cantonali di 155 milioni di franchi all'anno entro il 2020.

Saranno toccati tutti i settori del servizio pubblico, ha dichiarato il consigliere di Stato Laurent Kurth.

Fra le principali misure per il periodo 2017-2019 figura la "pausa" di un anno applicata alla riforma della fiscalità delle persone fisiche. La prevista diminuzione delle imposte sarà attuata meno rapidamente "e ad un ritmo più digeribile per le finanze cantonali", ha precisato Kurth.

Diversi provvedimenti interessano la funzione pubblica, quali il ridimensionamento delle prestazioni di sicurezza della polizia, la diminuzione degli effettivi e l'allineamento dei sistemi salariali dei dipendenti pubblici.

I comuni saranno invitati a contribuire allo sforzo finanziario assumendo compiti quali, ad esempio, la manutenzione delle strade cantonali all'interno delle località.

Con il piano presentato oggi, l'esecutivo risponde ad una mozione promossa dai partiti borghesi. Essa chiede al Consiglio di Stato di presentare un programma di austerità di almeno 164 milioni di franchi prima del dibattito dedicato al preventivo 2016.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS