Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il PLR tornerà ad occupare il seggio nel Consiglio di Stato neocastellano perso nel 2013 con l'elezione dell'UDC Yvan Perrin: il consigliere nazionale liberale-radicale Laurent Favre l'ha spuntata nettamente oggi al primo turno dell'elezione suppletiva sul candidato ufficiale democentrista Raymond Clottu - anch'egli membro del Consiglio nazionale.

Favre ha ottenuto 34'427 suffragi (maggioranza assoluta 25'402), contro 8'841 andati a Clottu.

Altri 5'458 sono stati attribuiti all'attore 27enne Thomas Wroblevski, che si era presentato quale "rappresentante delle schede bianche", mentre il dissidente UDC Karim-Frédéric Marti - che voleva proporre ai cittadini un'"alternativa" in campo democentrista - è risultato in coda alla classifica, con 2'477 preferenze.

Il Consiglio di Stato neocastellano sarà dunque composto in futuro da tre socialisti (Laurent Kurth, Jean-Nathanaël Karakash, Monika Maire-Hefti) e da due PLR (Alain Ribaux e Laurent Favre). La partecipazione al voto è stata del 40,22%.

Yvan Perrin si era dimesso in primavera dal governo per motivi di salute.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS