Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I cinque consiglieri di Stato uscenti figurano in testa alla classifica per il rinnovo del governo neocastellano.

KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT

(sda-ats)

Nessuno dei sedici candidati in lizza per il rinnovo del Consiglio di Stato neocastellano è riuscito oggi ad ottenere la maggioranza assoluta.

In testa sono arrivati i cinque "ministri" uscenti: il socialista Jean-Nathanaël Karakash ha mancato l'elezione al primo turno per soli 101 suffragi.

L'attuale capo del Dipartimento dell'economia ha ottenuto 22'715 voti, mentre la soglia della maggioranza assoluta era di 22'816. Al secondo posto è giunto Laurent Favre (PLR), con 21'957 preferenze. Lo segue il suo collega di partito, anch'egli uscente, Alain Ribaux con 21'626 suffragi.

Il quarto e il quinto rango sono occupati rispettivamente dai due "ministri" socialisti Monika Maire-Hefti (18'092) e Laurent Kurth (17'997). In sesta posizione è arrivato il Verde Fabien Fivaz (12'536 voti).

La terza candidata del PLR, Isabelle Weber, lo segue con 12'17 suffragi, mentre al candidato del Partito operaio e popolare (POP) Nago Humbert sono andati 9130 voti.

I tre candidati dell'UDC Jean-Charles Legrix (ex municipale di La Chaux-de-Fonds), Xavier Challandes e Stephan Moser sono stati distanziati, raccogliendo ciascuno attorno ai 6000 suffragi.

Per l'elezione governativa odierna erano in corsa complessivamente sedici persone. La partecipazione al voto è stata del 34,23%. Il secondo turno è previsto il 23 aprile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS