Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il cadavere di una giovane donna scomparsa il 6 gennaio scorso a La Chaux-de-Fonds (NE) è stato trovato in un bosco in Francia. Il marito ha riconosciuto che la moglie 24enne, come lui di nazionalità francese, è morta durante una lite, ha indicato oggi il procuratore Daniel Hirsch in una conferenza stampa.

Il corpo è stato sottoposto ad autopsia a Besançon (F). Le analisi del Dna sono tuttora in corso ma la dentatura corrisponde a quella della scomparsa, ha indicato il magistrato.

Le dichiarazioni del marito, posto in detenzione preventiva dopo la scomparsa, su quanto è avvenuto non sono state molto chiare, secondo il procuratore. L'uomo in ogni caso ha confessato di aver nascosto il cadavere nel bosco oltre confine, presso il villaggio Charquemont nel dipartimento del Doubs, dove è stato trovato sabato scorso.

La coppia, sposata dal giugno 2014, viveva da ottobre nella città neocastellana. Il 13 dicembre la moglie aveva lasciato il domicilio coniugale e chiesto asilo in un centro d'accoglienza per donne. Dal 6 gennaio non era stata più vista. La scomparsa era stata denunciata dai suoi genitori due giorni dopo. Il procuratore Hirsch aveva subito aperto un procedimento contro il marito, l'ultima persona in contatto con la donna.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS