Navigation

Negozi online, boom vendite con Covid

Anche gli alimentari si acquistano ormai spesso online. KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 02 settembre 2020 - 18:00
(Keystone-ATS)

Il 50% dei negozi online svizzeri interrogati nell'ambito di un sondaggio ha visto le vendite aumentare fortemente (vale a dire di almeno un quinto) durante il periodo di semiconfinamento legato al coronavirus.

Un altro 22% ha constatato una progressione più lieve, per un totale complessivo di negozi che segnalano un incremento del 72%, emerge da uno studio pubblicato oggi dalla Scuola universitaria professionale di Zurigo (ZHAW). Per il 12% del campione di 330 operatori del ramo il fatturato è rimasto stabile; nel 16% dei casi è diminuito (per il 5% lievemente e per l'11% fortemente).

A crescere sono stati in particolare i segmenti giardino (il 92% segnala un incremento del giro d'affari), computer e simili (86%), multimedia (pure 86%), sport (83%) e alimentari (75%).

Nell'attuale contesto della pandemia, la maggior parte delle aziende intervistate non si aspetta un rapido ritorno alla normalità e l'82% prevede un aumento da moderato a forte degli ordini a lungo termine. Molte imprese stanno quindi pianificando di aumentare i loro investimenti nella digitalizzazione della loro attività.

I mezzi di pagamento più utilizzati nei negozi web rimangono la fattura e la carta di credito, che rappresentano rispettivamente il 49% e il 32% delle transazioni. I pagamenti mobili sono al 9%.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.