Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Nel 2014 la Svizzera ha investito di più per l'aiuto allo sviluppo

Nel 2014 la Svizzera destinato 280 milioni di franchi in più per l'aiuto allo sviluppo rispetto al 2013, raggiungendo i 3,246 miliardi di franchi. Ciò corrisponde allo 0,49% del reddito nazionale lordo (RNL).

La Svizzera è tra i Paesi che hanno incrementato maggiormente la somma destinata a questo scopo, informa oggi il Comitato di aiuto allo sviluppo (CAS) dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE).

Tra il 2011 e il 2014 la Confederazione ha annualmente aumentato l'importo in media dell'8%, precisa il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Ci si avvicina così all'obiettivo del parlamento di raggiungere lo 0,5% del reddito nazionale lordo entro il 2015. L'obiettivo dell'Onu è lo 0,7%.

Per i prossimi anni saranno determinanti, tra le altre cose, l'evolversi della congiuntura e "i costi per i richiedenti l'asilo provenienti da Paesi in via di sviluppo durante il primo anno di permanenza in Svizzera", precisa il DFAE. Tali spese rappresentano attualmente il 14% delle uscite.

Tra i 29 paesi membri del CAS dell'OCSE, con il suo impegno la Svizzera si posiziona all'ottavo posto nella classifica. In cima vi è la Svezia con l'1,1% del RNL. Collettivamente i paesi membri hanno messo a disposizione dell'aiuto allo sviluppo 135,2 miliardi di dollari americani, all'incirca la stessa cifra dell'anno precedente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.