Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel 2015 in Svizzera sono stati costruiti più appartamenti rispetto all'analogo periodo precedente (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE

(sda-ats)

Nel 2015 in Svizzera sono stati costruiti più appartamenti rispetto all'analogo periodo precedente, ma meno case unifamiliari.

In un anno il numero degli appartamenti costruiti è progredito del 7,4%, rileva la statistica degli edifici e delle abitazioni curata dall'Ufficio federale di statistica (UST) e pubblicata oggi. Gli aumenti maggiori sono stati registrati nella regione di Zurigo, con una progressione del 22,4%. Nel nord-ovest del Paese la crescita è stata dell'11,7% e del 9,3% nell'Espace Mittelland. Due grandi regioni sono in calo: Svizzera centrale -6,3% e Svizzera orientale -1,6%.

Rispetto al 2014, il numero delle case unifamiliari costruite è calato dello 0,6%. In sole due regioni è stata registrata una crescita: nel nord-ovest del paese (+13,4%) e nella Svizzera centrale (+9,1%). In Ticino vi è stato un calo del 12,8%.

Nel 2015, il numero di edifici a uso abitativo costruiti in Svizzera è aumentato dello 0,9%. Solo tre grandi regioni hanno registrato una crescita. L'aumento è stato modesto nella Regione lemanica (+0,3%), un po' più marcato nella Svizzera centrale (+3,8%) e decisamente più forte nella Svizzera del nord-ovest (+13,2%). Il calo maggiore è stato osservato in Ticino (-6,2%).

Alla fine del 2015, il parco immobiliare annoverava 1,7 milioni di edifici a uso abitativo, pari ad un aumento del 17% rispetto alle cifre del censimento federale del 2000 e del 4% rispetto quelle della statistica degli edifici e delle abitazioni del 2010.

Gli investimenti in progetti di costruzioni nuove sono aumentati dell'1,2%. Quelli in progetti di trasformazione o rinnovo del 2,7%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS