Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Nemtsov: inquirenti, ucciso per 'destabilizzare paese'

I responsabili delle indagini sull'assassinio dell'oppositore Boris Nemtsov ritengono che l'omicidio possa "essere stato una provocazione volta a destabilizzare il paese". Lo riferisce la Bbc online. Secondo il portavoce Dmitri Peskov il presidente Vladimir Putin ha assunto il "controllo personale" delle indagini. Gli inquirenti hanno aggiunto che diverse piste vengono seguite, compresa quella dell'"estremismo islamico".

Boris Nemtsov non rappresentava una minaccia a livello politico per il presidente russo, ha precisato il portavoce del Cremlino. "Se prendiamo in considerazione il livello di popolarità di Putin", ha dichiarato, "allora in generale Nemtsov era piuttosto un comune cittadino".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.