Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avrebbe ricevuto minacce di morte Anna Duritskaya, la giovane compagna ucraina dell'oppositore russo Boris Nemtsov ucciso a colpi di pistola a due passi dal Cremlino. La 23enne è anche una testimone chiave del delitto, visto che passeggiava con Nemtsov quando questi è stato ucciso una settimana fa.

A riferire delle minacce è la procura generale ucraina, che ha fatto sapere di aver aperto delle indagini e di aver "ordinato che siano prese tutte le misure necessarie per proteggere la vita" della giovane.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS