Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Boris Nemtsov, il leader dell'opposizione russa a Vladimir Putin ucciso ieri sera davanti al Cremlino, stava lavorando ad un rapporto sulle prove del diretto coinvolgimento della Russia nel conflitto in Ucraina. È quanto afferma l'ex presidente della Georgia, Mikheil Saakashvili, intervistato dalla Cnn, precisando che Nemtsov voleva far sapere al "pubblico russo cosa stava succedendo in Ucraina".

"Non mi sorprende che sia stato ucciso. Mi sorprende che non fosse successo finora", ha detto Saakashvili.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS