Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Anche la Svizzera condanna l'uccisione di Boris Nemtsov, il leader dell'opposizione russa a Vladimir Putin freddato ieri sera vicino al Cremlino. "Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) "ha appreso con sgomento" del delitto e "condanna il brutale assassinio di un instancabile difensore della democrazia e di un combattente contro la corruzione", si legge in una presa di posizione.

Berna esprime anche le sue sincere condoglianze ai congiunti ed "esorta le autorità russe a fare tutto il possibile affinché sia fatta luce sul reato e affinché i responsabili siano assicurati alla giustizia".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS