Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un piccolo aereo da turismo è caduto stamattina poco dopo l'alba nei pressi dell'aeroporto di Kathmandu, capitale del Nepal. Tutte le 19 persone a bordo, tra passeggeri e membri dell'equipaggio, sono morte. Lo rende noto la polizia locale. Tra le vittime vi sono dodici stranieri di nazionalità britannica e cinese.

Il velivolo Dornier della compagnia Sita Air, partito alle 6:40 locali e diretto a Lukla, base delle escursioni sul monte Everest, ha avuto subito dopo il decollo problemi tecnici costringendo il pilota a tentare un atterraggio di emergenza sulle rive del fiume Manohara.

Ma nell'impatto con il suolo l'aereo si è incendiato causando la morte, hanno riferito fonti della polizia, di sette britannici, cinque cinesi e sette nepalesi, fra cui tre membri dell'equipaggio.

"Tutte le 19 persone a bordo sono morte - ha detto il portavoce della polizia Binod Singh - nell'incidente avvenuto a meno di un chilometro dall'aeroporto".

"A quanto sembra - ha concluso la fonte - il pilota ha cercato un punto di atterraggio di emergenza sulle rive del fiume per cercare di ridurre il rischio di vittime, ma sfortunatamente l'aereo si è incendiato".

L'agenzia cinese Xinhua, citando fonti dell'aeroporto della capitale nepalese, riferisce che il velivolo aveva colpito un'aquila in fase di decollo, il che probabilmente ha causato i problemi tecnici all'origine del disastro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS