Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Hanno già quasi toccato i 10 milioni di franchi le promesse di donazioni nell'ambito della Giornata di solidarietà con i terremotati del Nepal organizzata oggi dalla Catena della Solidarietà. La somma andrà ad aggiungersi agli oltre 6,1 milioni ricevuti fino a ieri.

La colletta nazionale è stata sostenuta dalla SSR e dalle radio private. Più di 500 volontari si sono offerti per raccogliere le promesse telefoniche di versamento nei centralini aperti negli studi della SSR a Ginevra, Coira, Lugano e Zurigo dalle 6.00 del mattino a mezzanotte, indica il sito web della Catena.

Sommaruga "impressionata"

Note personalità svizzere hanno espresso la loro solidarietà e hanno risposto al telefono in ognuno degli studi della radio-tv nazionale. La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga si è recata nel tardo pomeriggio nella centrale di raccolta a Zurigo, ha risposto a sua volta alle telefonate dei donatori e si è detta "impressionata" dalla solidarietà della popolazione elvetica.

"La sorte di centinaia di migliaia di nepalesi che la catastrofe ha privato di tutto ha fortemente commosso la Svizzera", ha dichiarato la consigliera federale, citata in una nota della Catena. Questa colletta - ha aggiunto - "mostra una volta ancora che le grandi catastrofi causano un moto di solidarietà nel paese intero e uniscono gli svizzeri in uno slancio di solidarietà che trascende le differenze di età, lingua e reddito".

L'aiuto in Nepal

Alle 22.00 di oggi le promesse di donazione ammontavano a 9'138'760 franchi secondo il sito web della Catena, somma che si aggiunge ai 6'137'252 franchi raccolti fino al 4 maggio.

Un grosso assegno è arrivato dalla Swisscom: i dipendenti hanno partecipato alla colletta con oltre 100'000 franchi e l'azienda ha raddoppiato la somma. La Catena della solidarietà riceverà dunque complessivi 250'000 franchi, indica la società telecom in un comunicato.

Il denaro versato sarà investito nell'aiuto urgente dapprima e nella ricostruzione poi. Quattordici organizzazioni non governative partner della Catena sono già operative in Nepal. Soccorrono i feriti del terremoto del 25 aprile, distribuiscono materiale medico, cibo, acqua potabile, tende e teloni. Il bilancio attuale del sisma è di oltre 7500 morti e 14'500 feriti.

Per le promesse di versamenti nell'ambito della Giornata di solidarietà per il Nepal è attivo il numero telefonico 0800 87 07 07. Chi desidera donare può farlo direttamente online sul sito web www.catena-della-solidarieta.ch, con l'aiuto dell'applicazione della Catena "Swiss Solidarity", via SMS (Swisscom) al numero 480 con menzione "Nepal", o sul conto postale 10-15000-6 (con la menzione "Nepal").

http://www.catena-della-solidarieta.ch

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS