Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una donna di 30 anni è stata violentata sabato nel distretto di Dhanusha (Nepal Centrale) da un branco di una decina di uomini che alla fine le hanno anche mutilato gli organi genitali. Lo scrive oggi il quotidiano The Himalayan Times.

Madre di un bambino di undici anni con cui viveva, la donna aveva abbandonato, senza divorziare, il marito otto anni fa per profondi dissapori famigliari.

Il gruppo, riferisce il giornale, si è introdotto in casa sua forzano la porta di ingresso e l'ha sottoposta a ripetute violenze, ed alla fine hanno utilizzato un coltello per mutilarle le parti intime. Prima di lasciare la casa, gli autori dell'aggressione hanno anche rubato alcuni gioielli e del denaro.

La vittima dello stupro è stata ricoverata in un ospedale della zona mentre la polizia ha arrestato sette persone sospettate di aver partecipato all'aggressione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS