Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Si stima che siano circa 300.000 i turisti stranieri che si trovano in questi giorni in Nepal e sul monte Everest. Lo riferiscono diversi media internazionali.

L'alta affluenza di visitatori nel Paese colpito sabato da un devastante terremoto dipende dal fatto che questa è proprio la stagione del trekking e delle scalate.

Intanto la Croce Rossa riferisce che sono almeno 90, fra cittadini del Regno Unito e irlandesi, i dispersi originari delle isole britanniche che tuttora mancano all'appello in Nepal dopo il catastrofico terremoto dei giorni scorsi.

Secondo fonti citate dalla Bbc, con 23 di queste persone vi è stato qualche fugace contatto online. Ma di tutti gli altri non si sa al momento nulla di certo. Non vi sono tuttavia notizie confermate di britannici rimasti vittime della sciagura. Londra ha promesso fin da ieri aiuti per i soccorsi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS