Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Svizzera rafforza i propri aiuti immediati ai terremotati del Nepal: venerdì è previsto l'invio di un aereo con 40 tonnellate di materiale ed entro la fine della settimana dovrebbe essere presente nei luoghi disastrati un gruppo di una trentina di esperti elvetici.

Le 40 tonnellate di aiuti comprendono teli di protezione, 30 grosse tende, generatori di corrente e taniche per il trasporto d'acqua. Nelle prime ore di domani arriveranno sul posto altri otto specialisti del Corpo svizzero di aiuto umanitario (CSA), ha detto all'ats il delegato della Confederazione Manuel Bessler.

Fra di loro ci sono anche due medici. Entro la fine della settimana il totale degli esperti svizzeri dovrebbe salire a trenta. Gli aiuti medici sono previsti per sei settimane, con rotazione del personale.

Gli specialisti elvetici saranno operativi a Kathmandu e a Gorkha, un'ottantina di chilometri più ad ovest, città situata nei pressi dell'epicentro del sisma.

Un gruppo di membri del CSA arrivato oggi in Nepal è subito partito per Gorkha, lungo una strada dove tre ponti sono stati danneggiati. Hanno con loro una tonnellata di materiale medico per l'ospedale locale, rimasto lesionato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS