Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il primo ministro Nepalese Sushil Koirala ha inaugurato oggi a Kathmandu la Conferenza internazionale sulla Ricostruzione del Nepal, colpito il 25 aprile scorso da un fortissimo terremoto che ha causato migliaia di vittime e distrutto in gran parte il suo patrimonio.

All'iniziativa, in cui verranno esposte le esigenze finanziarie della ricostruzione, che secondo stime contenute in uno studio tecnico (Pdna) ammontano a 6,69 miliardi di dollari, partecipano circa 60 delegazioni di Paesi di tutto il mondo e dei principali organismi internazionali politici e finanziari.

India, Cina e Norvegia, hanno inviato nella capitale nepalese i loro ministri degli Esteri, mentre secondo fonti nepalesi gli aiuti più consistenti saranno annunciati da New Delhi, Pechino, Washington e Tokyo.

Secondo dati forniti dal ministero dell'Interno, il sisma del 25 aprile e la replica importante del 17 maggio hanno causato 8.832 morti, 22.309 feriti e la distruzione di oltre 62.000 edifici privati e pubblici.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS