Nestlé ha registrato un fatturato di 91,4 miliardi di franchi nel 2018, in aumento del 2,1% rispetto all'anno precedente. L'utile netto, grazie soprattutto a effetti straordinari, è cresciuto del 41,6% a 10,1 miliardi di franchi.

I cambi hanno avuto un effetto negativo dell'1,6% mentre le acquisizioni/dismissioni hanno avuto un effetto positivo dello 0,7%, indica in una nota odierna la multinazionale con sede a Vevey (VD). La crescita organica è stata del 3% e si compone per il 2,5% da un aumento dei volumi e per lo 0,5% da incrementi di prezzo.

Da parte sua l'utile operativo rettificato è salito del 5,1% a 15,5 miliardi e il relativo margine è migliorato di 50 punti base al 17%. Le cifre sono in linea con le aspettative degli analisti consultati dall'agenzia Awp, eccetto l'utile netto, atteso mediamente a 11,5 miliardi di franchi.

Per l'esercizio 2019 Nestlé si attende un ulteriore miglioramento della crescita organica, ma non fornisce cifre concrete. Il margine operativo rettificato dovrebbe svilupparsi conformemente agli obiettivi per il 2020. Il gruppo si attende costi di ristrutturazione di circa 700 milioni di franchi quest'anno. Vengono pure pronosticati un aumento dell'utile per azione a tassi di cambio costanti e una maggiore efficienza di capitale.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.