Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un 2013 difficile, il gigante alimentare Nestlé ha registrato un calo delle vendite nel primo trimestre del 2014: rispetto ad un anno prima il volume d'affari è passato da 21,94 miliardi di franchi a 20,82 miliardi (-5,1%). I proventi hanno subito l'effetto negativo dei tassi di cambio, che è stato dell'8,6%, incida oggi un comunicato della multinazionale con sede a Vevey (VD).

Nel periodo in rassegna la crescita organica è stata del 4,2%, con un 2,6% di crescita interna reale ed un 1,6% di adattamento dei prezzi. "In linea con le nostre previsioni", ha commentato l'amministratore delegato Paul Bulcke, citato nella nota odierna.

Per l'esercizio in corso il gruppo prevede di avere una performance più solida nel secondo semestre ed una crescita organica di circa il 5%, con un miglioramento dei margini di profitto, ha aggiunto il CEO belga.

SDA-ATS