Navigation

Netanyahu, missili Iran per colpire Israele anche in Yemen

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu (a destra) e il segretario del tesoro americano Steven Mnuchin KEYSTONE/AP Pool Reuters/RONEN ZVULUN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2019 - 18:17
(Keystone-ATS)

L'Iran sta cercando di sviluppare e schierare missili guidati ad alta precisione che possono colpire Israele da ogni punto del Medio Oriente, Yemen compreso.

L'avvertimento giunge dal premier Benjamin Netanyahu che oggi ha incontrato a Gerusalemme il segretario al tesoro americano Steven Mnuchin.

"L'Iran - ha spiegato il premier - sta cercando di sviluppare missili che possono colpire ogni obiettivo in Medio Oriente con una precisione da 5 a 10 metri. Li stanno sviluppando in Iran. Li vogliono schierare in Iraq e in Siria e vogliono convertire l'arsenale del Libano di 130mila razzi in armi guidate ad alta precisione. Hanno già cominciato a realizzare questo sviluppo e a disporlo nello Yemen con l'obiettivo di raggiungere Israele da lì".

Mnuchin nell'incontro si è impegnato ad aumentare le sanzioni economiche contro l'Iran sostenendo che la "campagna di massima pressione" di Washington sta fermando l'aggressione iraniana.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.