Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu ha dichiarato in alla televisione che Israele ha accettato di porre fine alle ostilità a Gaza per conservare risorse in vista di altre potenziali minacce regionali.

"Abbiamo combattuto per 50 giorni e avremmo potuto combattere per 500 giorni - ha dichiarato Netanyahu in un'intervista alla televisione pubblica israeliana trasmessa stasera - ma abbiamo lo Stato islamico (Isis) alle porte della Giordania, al Qaida nel Golan e gli Hezbollah alla frontiera con il Libano".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS