Il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha parlato con Vladimir Putin a cui ha espresso "la delusione" di Israele per lo sblocco dei missili S-300 russi all'Iran.

"La mossa - ha detto il premier, secondo la ricostruzione israeliana - servirà solo ad accrescere l'aggressività di Teheran e metterà a rischio la sicurezza in Medio Oriente".

"L'affare della vendita delle armi sofisticate all'Iran - ha poi detto Netanyahu, ripetendo un concetto già manifestato ieri - è una conseguenza dell'accordo pericoloso che prende forma tra Teheran e le potenze".

"Dopo questa vendita di armi c'è ancora forse qualcuno - si è chiesto retoricamente a margine della telefonata con il presidente russo - che seriamente sostiene che l'accordo con l'Iran accrescerà la sicurezza in Medio Oriente?".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.