Navigation

Netanyahu conferma annessione insediamenti

Occhio fisso alle elezioni. KEYSTONE/EPA REUTERS POOL/AMIR COHEN / POOL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 settembre 2019 - 13:36
(Keystone-ATS)

Negli insediamenti ebraici in Cisgiordania che il premier Benyamin Netanyahu, se rieletto, ha promesso di voler annettere ad Israele c'e' anche quello nella città di Hebron. Lo ha spiegato lui stesso alla Radio Militare nel rush finale che precede il voto di domani.

"Intendo estendere la sovranità a tutti gli insediamenti e ai blocchi, inclusi i siti che rivestono importanza per la sicurezza o che sono importanti per l'eredità storica di Israele", ha spiegato riferendosi a quello, minuscolo, all'interno di Hebron (il cosiddetto Settore H1) e all'altro, più esteso, di Kiryat Arba. Ad Hebron, una delle più popolose città palestinesi della Cisgiordania, c'è la Tomba dei Patriarchi, luogo santo per gli ebrei e i musulmani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.