Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Neuchâtel: governo favorevole a voto a 16 anni

I neocastellani potranno forse votare già a 16 anni, ma solo su richiesta. Lo ha deciso il Consiglio di Stato, favorevole a un'iniziativa presentata nel 2016.

KEYSTONE/LAURENT GILLIERON

(sda-ats)

I neocastellani potranno forse votare già a 16 anni, ma solo su richiesta. Lo ha deciso il Consiglio di Stato, che si è detto favorevole a un'iniziativa costituzionale popolare presentata nel novembre del 2016.

"Il cantone di Neuchâtel è sempre stato un pioniere in materia di diritto di voto", afferma il governo nella sua relazione al Gran Consiglio. Le donne votano a Neuchâtel dal 1959, dal 1848 gli stranieri con permesso di soggiorno votano a livello comunale e dal 2000 a livello cantonale".

L'iniziativa costituzionale, munita di 6'624 firme, chiede che i cittadini svizzeri e gli stranieri domiciliati nel cantone da almeno cinque anni possano votare su temi cantonali a partire dall'età di 16 anni, purché facciano espressa richiesta di iscrizione nel registro elettorale del loro comune di residenza. L'iniziativa non prevede che i sedicenni siano eleggibili.

L'obiettivo dell'iniziativa, secondo i promotori, è di incoraggiare i giovani che si sentono pronti ad assumersi responsabilità ad intensificare il loro impegno nei confronti della società e a esprimere la loro opinione su questioni locali che li riguardano direttamente.

Già nel novembre del 2013 il governo aveva appoggiato una mozione popolare a favore del voto a 16 anni, che è però stata respinta dal Gran Consiglio.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.