Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il cantone di Neuchâtel offrirà fino a duecento posti supplementari per i richiedenti l'asilo in quattro nuovi centri di accoglienza, di cui il primo a Bevaix a partire da lunedì. I 340 posti di cui dispone attualmente sono già sfruttati al massimo.

Il cantone ha scelto di utilizzare innanzitutto il rifugio della protezione civile di Bevaix, si legge in un comunicato diffuso in serata. In questo sito si potranno accogliere progressivamente una cinquantina di richiedenti l'asilo.

Si tratterà unicamente di uomini adulti provenienti da Siria, Iraq, Afghanistan, Sri Lanka o Eritrea. Per i minorenni e le famiglie Neuchâtel metterà a disposizione uno stabilimento a La Chaux-de-Fonds.

Saranno poi utilizzati due altri rifugi della protezione civile sui siti di Brenets e di St-Blaise con una capienza di 50 posti ciascuno. Un'altra struttura sarà scelta successivamente nella Val-de-Travers.

Il cantone organizzerà discussioni con la popolazione e il vicinato sarà informato direttamente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS