Navigation

Neuchâtel Xamax: pronunciato fallimento, Chagaev arrestato

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 gennaio 2012 - 18:04
(Keystone-ATS)

Il Neuchâtel Xamax è ufficialmente fallito: la decisione è stata presa oggi dal giudice della camera civile del tribunale regionale del Littoral e Val-de-Travers, al quale il club di calcio ha notificato il proprio sovraindebitamento. Il proprietario del club Bulat Chagaev è stato collocato in detenzione preventiva a Ginevra.

"Il consiglio d'amministrazione del Neuchâtel Xamax ha deciso oggi di depositare il bilancio, a causa della revoca della licenza e della situazione finanziaria della società", ha riferito il giudice neocastellano Bastien Sandoz. Il club neocastellano libera con effetto immediato i giocatori dai loro obblighi nei riguardi della società che gestisce la squadra.

La decisione di depositare il bilancio è stata comunicata pure al procuratore ginevrino Yves Bertossa dal proprietario del club, Bulat Chagaev, indica l'avvocato del finanziere ceceno, Jacques Barillon. Bertossa lo ha incriminato per amministrazione infedele e lo ha collocato in detenzione. Un mese fa, l'uomo d'affari era già stato accusato di falsità in documenti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?