Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In futuro gli aspiranti piloti militari non dovranno più assolvere i loro studi di bachelor in aviazione e ciò permetterà di ridurre la loro formazione da otto a cinque anni.

Lo ha deciso il Dipartimento della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) per rendere la professione più attrattiva.

Per ottenere il brevetto di pilota per un jet da combattimento F/A-18 o un elicottero Superpuma un aspirante impiega circa otto anni. Tuttavia questo cambierà con la decisione di abolire gli studi, indica il portavoce dell'esercito Daniel Reist, confermando un'informazione del "SonntagsBlick".

La formazione finora prevedeva di seguire per tre anni il ciclo di studi "Bachelor of Science in Aviation" all'Alta scuola di scienze applicate di Zurigo (ZHAW) con sede a Winterthur. La soppressione di questo titolo universitario nei requisiti accorcia il periodo di formazione di circa tre anni.

La decisione, secondo il giornale, è dovuta al fatto che molti aspiranti piloti non si candidano per l'addestramento militare. Il numero di interessati cala annualmente e coloro che fanno domanda sono meno di mille all'anno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS