Navigation

Niente ripresa dello shopping in Italia, vestiti -38%

Gli italiani spendono meno. KEYSTONE/EPA/MATTEO BAZZI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 luglio 2020 - 15:00
(Keystone-ATS)

In Italia l'alleggerimento delle misure anti-Coronavirus non è coinciso con una ripresa dello shopping, anzi. Le vendite di vestiti registrano a maggio un calo del 38% rispetto all'anno precedente e quelli di scarpe e borse del 35%.

Stando ai dati pubblicati oggi dall'Istituto nazionale di statistica (Istat) gli unici acquisti in crescita, tra i beni non alimentari, sono quelli di due categorie di prodotti protagonisti del lockdown: le dotazioni per l'informatica, le telecomunicazioni e telefonia (+12%), per lo smart work, la didattica a distanza e l'intrattenimento, nonché utensileria per la casa e ferramenta (+6%), per risistemare gli spazi.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.