Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Arresti di massa in Nigeria. Oltre 450 persone, sospettate secondo la stampa locale di far parte del gruppo terroristico islamico dei Boko Haram, sono state fermate dall'esercito mentre stavano viaggiando dal nord al sud del Paese.

Secondo il generale Olajide Laleye, portavoce delle forze armate, 462 persone, tra cui otto donne, sono state fermate nello Stato di Abia, nel sud del Paese ieri mattina, dopo essere partite dagli Stati di Bauchi e Jigawa, nel nord. Erano a bordo di 36 veicoli.

Il generale Laleye non ha precisato i motivi degli arresti, ma secondo la stampa nigeriana - che ha citato diversi uomini politici - i fermi sarebbero da mettere in relazione con i Boko Haram. I fondamentalisti da anni seminano il terrore nelle zone settentrionali della Nigeria combattendo l'esercito e attaccando le chiese. Solo qualche settimana fa hanno rapito oltre 200 liceali, con la minaccia di venderle come schiave dopo averle costrette a convertirsi all'Islam.

SDA-ATS