Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I miliziani integralisti di Boko Haram hanno lanciato un secondo attacco, ieri, contro la città di Baqa, nel nordest della Nigeria, già devastata domenica. "I cadaveri giacciono sulle strade, si temono 2000 persone uccise" nei raid, scrive la BBC citando un ufficiale militare. La città "è stata completamente devastata, le case date alle fiamme".

Nei giorni scorsi, il deputato Maina Maaji Lawan aveva affermato che dopo l'offensiva di domenica, nella quale Boko Haram ha preso il controllo anche di una base militare, il gruppo controlla il 70% del territorio dello Stato di Borno, considerato una roccaforte dei jihadisti.

La città di Baqa, che aveva una popolazione di 10'000 persone, di fatto "non esiste più". Quelli che sono riusciti a fuggire "non sono stati in grado di seppellire i morti, i loro cadaveri ora giacciono nelle strade". Molti sono fuggiti, già da domenica, attraversando il lago Ciad. Boko Haram ha conquistato anche "16 villaggi vicini".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS