Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Le immagini provenienti dal nord della Nigeria dovrebbero bruciare la coscienza del mondo. Si parla di circa duemila persone innocenti, tra bambini, donne e anziani massacrate a Baga": è la denuncia del direttore generale dell'Unicef, Anthony Lake.

"Giovani ragazze mandate a morire con una bomba legata al petto a Maiduguri. E non dimentichiamolo, più di duecento ragazze rapite dalle loro famiglie, ancora irreperibili" aggiunge Lake.

"Le parole da sole non possono né esprimere la nostra indignazione né alleggerire l'agonia di tutti coloro che soffrono la violenza costante nel nord della Nigeria - conclude - ma le immagini degli ultimi giorni e di tutto ciò che comportano per il futuro della Nigeria dovrebbe spingere ad un'azione efficace. Non possiamo andare avanti così".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS