Navigation

Nigeria: nave italiana sotto sequestro per 72 ore, libera

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 dicembre 2010 - 16:39
(Keystone-ATS)

ROMA - Una nave mercantile italiana e il suo equipaggio sono stati sequestrati per oltre 72 ore dai pirati che l'avevano assaltata al largo di Lagos, in Nigeria, la vigilia di Natale. Lo si apprende dalla Guardia Costiera Italiana, secondo la quale la "Valle di Cordoba" è stata liberata questa mattina dai sequestratori.
L'assalto alla motonave era avvenuto il 24 dicembre scorso: 18 pirati, armati di kalashnikov, l'avevano catturata e sequestrata nelle acque antistanti Lagos.
Dopo averla portata a circa 40 miglia dalla città, i pirati hanno rubato circa 5 mila tonnellate di benzina, trasferite a terra con una bettolina, oggetti d'oro e piccole somme di denaro. Per tutto il tempo del sequestro, ha raccontato il comandante, i pirati hanno oscurato i sistemi di rilevamento di posizione della nave, impedendo all'equipaggio di lanciare l'allarme e segnalare la posizione. Sia durante le fasi dell'assalto, sia nelle 72 ore in cui sono rimasti in mano ai pirati, i membri dell'equipaggio non hanno subito danni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?