Navigation

Nigeria: nuove violenze, uccisi donne e bambini

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 marzo 2010 - 11:16
(Keystone-ATS)

JOS (NIGERIA) - Almeno 11 persone, per lo più donne e bambini, sono state uccise all'alba di oggi in un villaggio cristiano nello stato nigeriano del Plateau, teatro nei giorni scorsi di violenze interreligiose con centinaia di morti, Lo ha reso noto la radio pubblica.
Secondo la radio gli aggressori, che sarebbero membri dell'etnia Fulani, erano vestiti con divise militari mimetiche quando hanno dato l'assalto ad un villaggio cristiano vicino a Jos, nel distretto di Riyom.
Lo stato del Plateau, al centro del paese, sorge all'incrocio tra il nord musulmano e il sud cristiano animista.
All'inizio del mese assalitori di etnia Fulani avevano lanciato un feroce attacco notturno contro tre villaggi a maggioranza cristiana presso Jos, uccidendo da 100 a 500 persone - a seconda delle fonti - per la maggior parte donne e bambini, finiti a colpi di machete.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.