Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Due donne kamikaze si sarebbero fatte esplodere in una moschea nel nord-est della Nigeria, uccidendo almeno 13 persone.

Lo riferisce un testimone residente nella zona dell'attentato, specificando di aver visto 15 corpi in ospedale (comprese le due donne) e una decina di feriti.

L'attacco si è verificato nella città di Damaturu, nello Stato di Yobe, dove imperversano i jihadisti di Boko Haram. La moschea si trova in una zona residenziale abitata da impiegati pubblici.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS