Navigation

Nigeria: uomini armati attaccano villaggi, 60 morti

Villaggi nella regione di Sokoto. KEYSTONE/AP/Sunday Alamba sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 maggio 2020 - 18:29
(Keystone-ATS)

Nigeria, uomini armati hanno attaccato oggi cinque villaggi nel nord-ovest del paese: 60 i morti.

Si tratta - riporta Bbc Africa - di uno degli attacchi peggiori degli ultimi anni a Sokoto, uno degli stati più colpiti da uomini armati che spesso prendono di mira le comunità per uccisioni o rapimenti con l'obiettivo di un riscatto.

In genere i blitz avvengono durante la notte, ma questa volta gli abitanti dicono che gli aggressori, armati di pistole e machete, sono arrivati in moto alla luce del giorno di ieri, sparando e facendo a pezzi le persone del posto. Almeno cinque villaggi sono stati presi di mira nell'area Sabon-Birni e il portavoce della polizia per lo stato di Sokoto, Muhammad Abubakar Sadiq, ha dichiarato la normalità è ormai tornata e che si è in cerca di altri cadaveri.

Gli attacchi si sono verificati appena una settimana dopo la rinnovata offensiva delle forze armate nigeriane contro gli aggressori nei vicini stati di Katsina e Zamfara. In un recente rapporto, l'organizzazione International Crisis Group ha dichiarato che oltre 8.000 persone sono state uccise negli ultimi nove anni di violenze nel nord-ovest della Nigeria.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.